Donna, 58 anni, con Sindrome dell’Intestino Irritabile (IBS)​

  • Home
  • Case-study
  • Donna, 58 anni, con Sindrome dell’Intestino Irritabile (IBS)

Donna, 58 anni, con Sindrome dell’Intestino Irritabile (IBS)

Presentazione caso studio

Donna di 58 anni, lavora come impiegata amministrativa per 8 ore al giorno al lunedì al venerdì, lamenta gonfiore addominale, mal di testa ricorrenti, alvo tendenzialmente stitico fin da ragazza che è peggiorato con coliche addominali che impattano sulla qualità della vita, dolori articolari diffusi.

Motivo della visita

Episodi ricorrenti di dolori addominali accompagnati da meteorismo ed alterazione dell’alvo hanno portato la paziente ad effettuare una visita gastroenterologica.

Il medico specialista fa diagnosi di sindrome dell’intestino irritabile con alvo stitico (IBS-C) associata a forte meteorismo. Prescrive terapia farmacologica al bisogno e fornisce indicazioni nutrizionali, raccomandando la paziente di rivolgersi ad un biologo nutrizionista per intraprendere un percorso alimentare specifico per la diagnosi.

Esegue controlli periodi per la prevenzione dell’osteoporosi e visite mediche specialistiche con medico ortopedico e reumatologo.

Dai referti medici portati in visione è stato diagnosticato uno stato di osteopenia a livello lombare e femorale con un T-score per entrambi inferiore a 2, ipovitaminosi D ed artrosi. Per questa problematica assume terapia farmacologica con calcifediolo.

Dagli esami ematochimici prescritti dal medico specialista emerge inoltre colesterolo alto ed alterazioni di alcuni parametri infiammatori.

Obiettivi condivisi

Intraprendere un percorso alimentare specifico per la problematica intestinale (IBS-C) con l’obiettivo di migliorare il quadro sintomatologico generale legato al meteorismo, stitichezza e dolore addominale.

  • Ripristinare la salute del microbiota intestinale.
  • Supportare il metabolismo osseo con alimenti funzionali al corretto assorbimento di calcio, fosforo e vitamina D.
  • Prevenire malattie cardiovascolari.
  • Ritrovare un benessere psico-fisico che a causa della problematica intestinale si è ripercosso sul vivere quotidiano.

Strategia nutrizionale proposta

Durante il colloquio conoscitivo ed anamnestico con la paziente, tenendo conto delle necessità terapeutiche evidenziate dai medici gastroenterologo, reumatologo ed ortopedico, viene individuata come strategia nutrizionale di prima linea una terapia nutrizionale a basso contenuto (low) di FODMAP, come raccomandato dalle linee guida delle principali società nazionali ed internazionali di gastroenterologia.

Vengono fornite tutte una serie di informazioni: cosa sono i FODMAP, la durata e le fasi che costituiscono il Percorso Alimentare della dieta Low FODMAP. Il piano nutrizionale viene inoltre personalizzato, tenendo conto quanto più possibile della routine quotidiana e dei gusti alimentari della paziente.

Il percorso alimentare è stato caratterizzato da III fasi della durata complessiva di circa sette mesi, contraddistinto da una buona aderenza della paziente al piano alimentare ed uno stretto monitoraggio nutrizionale.

La paziente riscontra un netto miglioramento della sintomatologia gastro-intestinale legata all’IBS-C, che in percentuale ha quantificato come una riduzione dei sintomi (dolore, meteorismo, stipsi) maggiore dell’80%. Riscontra un miglioramento della qualità della vita riuscendo a riappropriarsi di vecchie abitudini sociali senza il timore di sentirsi male. Netta diminuizione degli episodi di emicrania. Al termine del percorso nutrizionale è stato consegnato un piano alimentare di mantenimento, completo di una mina-guida di alimenti sia a basso che ad alto contenuto di FODMAP. È stato programmato un controllo nutrizionale a 6 mesi.

Messaggio paziente

testimonial icon

Percorso Alimentare |

dopo 7 mesi

“Dottoressa estremamente competente, gentile e disponibile. Risolta problematica che mi affliggeva da tempo. La consiglio vivamente!"

Dati anamnestici

Sesso: Donna
Età: 58 anni
Patologie accertate: IBS con alvo stitico (C) associato a meteorismo; Osteopenia; Ipovitaminosi D; Mal di testa ricorrenti; Artrosi;
Terapia farmacologica: Lassativo; Calcifediolo; Antinfiammatorio al bisogno;
Motivo della visita: piano alimentare specifico per gestire sintomatologia legata all’IBS-C, supportare il corretto metabolismo del calcio.
Obiettivi condivisi: ripristinare una corretta salute intestinale in termini di dolore addominale, gonfiore e regolarità, introdurre cibi funzionali a supporto del metabolismo osseo.
Note: lavoratrice; normopeso; pratica pilates; scarsa idratazione; elevata emotività;
pittogramma-percorso-alimentare

Hai bisogno di una consulenza alimentare ?

+39 379 2472726

Chiama oppure clicca sul bottone sotto per prenotare  un appuntamento

Materiale utile

In questa mini-guida troverai le tabelle di variazione peso crudo → peso cotto che gli alimenti subiscono in seguito ai principali metodi di cottura (bollitura, padella, forno, griglia) in modo tale da rispettare la dieta al 100%.